Parodontosi: trattare a casa è difficile, ma puoi farlo! Regole e segreti del trattamento della malattia parodontale in casa

Il trattamento della malattia parodontale a casa è possibile se si tratta di prevenirlo.

Gingwit, parodontite, così come una serie di altri gravi problemi con i denti sono trattati a casa.

Per fare questo, è sufficiente conoscere la diagnosi e ottenere un trattamento “buono” da un dentista qualificato.

Parodontosi: cause e sintomi

terapia parodontale infiammato inizia con la diagnosi corretta, come la malattia chiamata dal popolo (e un po ‘ “indietro” da parte dei medici), la malattia parodontale, in realtà – parodontite. La malattia parodontale, nel vero senso del termine, è alterazioni degenerative nei tessuti osteoarticolari. Tali modifiche, purtroppo, non vengono trattate, possono essere sospese.

L’odontoiatria moderna definisce l’infiammazione della periodontite dei tessuti dei denti, poiché è la fine di “-it” che riflette il processo infiammatorio. Una parodontite tempestiva e un trattamento adeguato aiuteranno a prevenire la perdita dei denti e la parodontite non trattabile.

I sintomi della malattia parodontale

La malattia inizia impercettibilmente. Il paziente a volte sperimenta sanguinamento e dolore delle gengive, a volte soffre di condizioni acute come ascessi tascabili. Più tardi c’è un odore sgradevole dalla bocca, le gengive si gonfiano e assumono un colore rosso-viola.

Il trattamento della malattia parodontale a casa di solito aiuta in questi casi a far fronte rapidamente al problema. Se non attribuisci importanza ai sintomi, considerando che la sensibilità delle gengive “passerà da sola”, il tessuto osseo viene distrutto dalla malattia parodontale e i denti cadono.

Cause della parodontite

La placca non è solo la causa della carie – i batteri in essa causano la malattia parodontale. Sfortunatamente, la gente non attribuisce molta importanza alla placca dentale, e in effetti porta alla perdita dei denti nel lungo periodo.

mucose aperte nei nostri corpi – “gentili padroni di casa” per i microbi, così ogni volta che questo “ingresso” sono speciali “terminali” di protezione del sistema immunitario (bocca, retto, organi genitali, orecchie e cavità nasali). Per esempio, nella cavità orale tale protettore è l’amigdala.

Ma i batteri si depositano non solo nelle mucose, ma anche sul tessuto osseo, ad esempio i denti. Un tessuto parodontale sano non consente ai batteri di entrare, ma la situazione cambia quando le gengive si infiammano. Attraverso gengive gonfie e sanguinanti, i batteri entrano nel sistema circolatorio e si sviluppano in placche dove sono inaccessibili alle cellule immunitarie. Costantemente moltiplicati, i batteri si depositano in zone infiammate e il sistema immunitario non può più far fronte a un numero così grande.

In questa fase del paziente, la malattia parodontale è già turbata dal costante sanguinamento e dal dolore delle gengive, i denti cervicali denudati. Ignorare questi sintomi in seguito porta a problemi al cuore e nelle donne in gravidanza – anche alla nascita prematura.

La maggior parte delle persone ha familiarità con l’infiammazione delle gengive, che leggermente feriscono e sanguinano.

Le cause più comuni di infiammazione delle gengive sono:

• placca dentale naturale, che non viene regolarmente rimossa;

• placca causata da bordi sporgenti del ripieno o bordi vagamente aderenti delle corone dentali;

• placca dentale associata a disturbi ormonali;

• infiammazione delle gengive durante le mestruazioni;

• infiammazione delle gengive nei pazienti con diabete mellito

• malattie gengivali durante la gravidanza;

• malattie gengivali associate a una composizione anormale del sangue.

Una volta che la causa, cioè la placca, viene rimossa, l’infiammazione delle gengive di solito scompare da sola. Tuttavia, infiammazioni ripetute delle gengive possono portare ad ascessi, perdita di massa ossea e, successivamente, un dente. Fortunatamente, tutti questi fattori possono essere neutralizzati, perché la malattia parodontale risponde al trattamento anche a casa.

Parodontosi: trattamento a casa: farmaci

In passato, gli antibiotici sono stati prescritti immediatamente per la parodontite, come parte integrante del trattamento dentale. Ma la ricerca credibile sul tema non è stata finora effettuata, quindi l’uso profilattico di antibiotici è ora limitato, e solo somministrato a pazienti con malattia cardiaca provata o una condizione medica pericolosa.

I principali metodi di trattamento della malattia parodontale a casa.

Il compito principale è quello di prevenire la formazione di placca:

• Prima di tutto, per migliorare la tecnica di pulizia dei denti, prestando attenzione a luoghi difficili da raggiungere;

• utilizzare il filo interdentale dopo ogni pasto;

• sciacquare i denti con un antisettico medico, almeno per la notte;

• correggere (se necessario) il morso dei denti;

• trova un dentista coscienzioso che crea bordi belli e fitti sulle corone e macina a fondo i sigilli.

Risciacquare come il modo principale per curare la parodontite a casa

Fino ad ora, il risciacquo con acqua non è universalmente accettato come una parte importante del trattamento delle malattie gengivali. Alcuni dentisti dicono che i batteri “lavano” ancora più a fondo nelle gengive. Questo ha senso, perché i batteri e così possono muoversi attraverso i vasi sanguigni e, dall’altro, da soli sono batteri innocui – solo quando si accumulano in grandi quantità, causano periodontite e / o carie.

Lo spazzolino rimuove solo la placca sulla parte superiore della gengiva e, con l’aiuto di regolari risciacqui, una nuova placca viene lavata da tutta la cavità orale.

Nei primi giorni di gargarismo le gengive possono sanguinare e ferire ancora di più, ma non è necessario interrompere la procedura – la parodontite per il trattamento domiciliare risponde abbastanza rapidamente. Solo pochi giorni e l’infiammazione comincerà a diminuire.

Preparati antisettici per la parodontosi

I medici raccomandano spesso farmaci antisettici come la clorexidina o una soluzione di furacilina per trattare l’area interessata. Sono efficaci nella fase acuta della malattia, in quanto non consentono ai batteri di moltiplicarsi.

Antibiotici nel trattamento della parodontite

Gli antibiotici locali, solitamente presentati sotto forma di gel o polvere, posti nella tasca dentogengivale, sono una forma di terapia complementare. I dentisti degli antibiotici possono prescrivere dopo un ciclo di pulizia profonda per prevenire le ricadute o nel caso in cui la pulizia profonda e i risciacqui eseguiti siano inefficaci. Gli antibiotici non sono destinati all’uso senza previa rimozione di depositi batterici (calcolo o calcolo). L’abuso di antibiotici porta spesso a un ascesso – un tipo molto doloroso di infezione, che viene aperto solo con la chirurgia.

probiotici

I probiotici per la cavità orale contenenti Lactobacillus Reuteri Prodentis sono presentati sotto forma di lecca lecca con batteri benefici. Sono considerati efficaci nel trattamento della gengivite e della malattia parodontale per ripristinare l’equilibrio naturale della bocca dopo l’uso topico di antisettici e antibiotici.

Parodontosi – trattamento a casa: rimedi popolari

Infuso alle erbe

Il trattamento principale a casa è regolare frequenti risciacqui. I rimedi popolari per i risciacqui possono essere scelti in modo diverso, solo il loro forte effetto antibatterico è importante. Come la soluzione a base di erbe più comune utilizzato per lavare l’infusione di corteccia di quercia, achillea, salvia, camomilla, ortica e iperico. Versare in una ciotola di un cucchiaio di ciascun composto di ingredienti, versare 600 ml di acqua bollente e insistere per circa mezz’ora. Risciacquare la bocca prima di andare a letto.

Sale marino

Diluire una piccola quantità di sale marino in un bicchiere di acqua tiepida. Risciacquare la cavità orale per 30 secondi e sputarla. Ripeti fino a quando la soluzione è completa. L’acqua salata rimuove l’infiammazione dalle gengive e allontana l’infezione dagli ascessi. Per prevenire, sciacquare la bocca con sale due volte al giorno dopo aver lavato i denti.

Aloe Vera

Questo succulento è pieno di proprietà medicinali, che curano e curano molte malattie e disturbi. Le sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antimicrobiche distruggono i batteri molto rapidamente, prevenendo la diffusione dell’infezione.

Applicazione. Con fogli freschi di aloe vera, taglia i bordi e taglia la foglia in due pezzi. Grattugiare il lato gelatinoso del foglio di gomma e dei denti e massaggiare per cinque minuti. Risciacquare la bocca con acqua tiepida. Ripeti tre volte al giorno. Le gengive guariscono nel più breve tempo possibile.

curcuma

Prendi uguali quantità di polvere di curcuma, sale e polvere dalle foglie essiccate indiane essiccate. Mescolare e conservare in un barattolo. Massaggiare delicatamente con una miscela di gomme e denti per diversi minuti, tre volte al giorno. Risciacquare la bocca con acqua tiepida. Le proprietà antibatteriche e antinfiammatorie della curcuma non solo distruggono l’infezione, ma curano anche le gengive e le rafforzano. L’emorragia si fermerà presto e il dolore scomparirà.

allume

L’allume uccide un’infezione batterica, previene la formazione di placca e tartaro e previene le malattie gengivali.

Applicazione. Prendi un cucchiaino di polvere di allume e mescolalo con un quarto di cucchiaino di sale. Aggiungere alcune gocce di olio di senape alla miscela e massaggiare le gengive e i denti con questa miscela per cinque minuti. Risciacquare la bocca con acqua tiepida. Usa il rimedio dopo ogni pasto fino a una cura completa.

L’uso del filo interdentale

Se la malattia parodontale si è sviluppata, il trattamento a casa senza l’uso di filo interdentale è impossibile. È la pulizia approfondita dello spazio interdentale che impedisce l’ingresso di batteri nei tessuti molli e la loro infezione.

Bustine di tè

Tenere la bustina di tè in acqua bollente per 2-3 minuti, togliere e lasciarla raffreddare a una temperatura che può essere tollerata sulle gengive. Tenere la bustina di tè sulle parti interessate delle gengive per cinque minuti. In questo momento, gli acidi tannici del tè combattono efficacemente l’infezione delle gengive. La lozione dalla bustina di tè è più efficace del semplice consumo di tè – le sostanze funzionano meglio e i denti non sono macchiati.

Mirtillo e succo di limone

Succo di mirtillo impedisce ai batteri di attaccarsi ai denti, quindi i dentisti raccomandano succo di mirtillo bevanda zuccherata ogni giorno a 100 ml.

Dal succo di limone fare una pasta medica, aggiungendo un po ‘di sale marino “extra”. Una pasta ben miscelata viene applicata a tutte le gengive e lasciata per alcuni minuti. Risciacquare accuratamente la bocca dopo la procedura.

Il succo di limone ha effetto anti-infiammatorio e antibatterico, necessario per la malattia parodontale per il trattamento a casa.

Bicarbonato di sodio

Lavati i denti con il bicarbonato di sodio: neutralizza l’acido in bocca, riducendo il rischio di carie e malattie gengivali. Un po ‘di soda sullo spazzolino e acqua calda: questo è un eccellente strumento di prevenzione. Può anche essere usato dopo le procedure con i prodotti acidi sopra descritti.

Olio dell’albero del tè

Il dentifricio con olio di tea tree uccide rapidamente i batteri nella placca dentale e lo allevia. Se non c’è pasta finita, puoi semplicemente aggiungere una goccia di olio al pennello quando usi una pasta normale. L’olio deve essere trattato con cura, non ingerirlo, poiché provoca irritazione allo stomaco e diarrea.

Parodontosi: trattamento a casa: cosa non si può fare

È categoricamente vietato qualsiasi azione che possa danneggiare le gengive – cibo ruvido o uno spazzolino da denti duro. Meno danni meccanici ci sono nella gengiva, prima diminuisce l’infiammazione.

Nella dieta, è necessario rispettare gli alimenti risparmiati: non abusare di spezie e dolci, poiché i primi irritano le mucose e il secondo contribuisce alla propagazione della microflora patogena nella cavità orale.

È necessario limitare il consumo di cibi grassi e alcol.

Quando si tratta di una malattia parodontale, da curare a casa, non si può trascurare il consiglio dei dentisti, perché aiutano a salvare i denti dalla caduta!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

98 − 92 =