Opyata: l'uso della "carne della foresta" per il corpo. Che danno può provocare il pesce luna quando viene raccolto, elaborato e usato erroneamente?

I funghi sono un prodotto delizioso e nutriente, saturo di proteine ​​vegetali e molti elementi utili. I più popolari tra gli appassionati di “carne di foresta” sono gli agarichi del miele. In ogni libro di cucina puoi trovare molte ricette per cucinare questi funghi: sono usati come un piatto indipendente, aggiungono zuppe, casseruole, insalate e ripieno per crostate.

Oltre alla cottura, i funghi hanno trovato applicazione nella medicina popolare. I funghi del miele favoriscono il corpo umano, liberandolo dalle tossine e dalle tossine e distruggendo virus e batteri patogeni.

Descrizione del fungo: l’abete

Opyata è una specie di fungo commestibile, che comprende diversi sottogruppi. Nonostante l’abbondanza di varietà, hanno le seguenti caratteristiche comuni:

• colore crema o giallastro;

• un cappello con un diametro fino a 15 cm, ricoperto di scaglie appena visibili (nei giovani funghi ha la forma di una palla, e man mano che cresce sembra un ombrello);

• una gamba sottile con una lunghezza da 5 a 10 cm e un diametro di 1,5-2,5 cm;

• crema “gonna” sotto il cappello.

I funghi al miele hanno guadagnato popolarità tra i raccoglitori di funghi, non solo per le loro qualità gustative, ma anche perché preferiscono coltivare “famiglie”. Se l’autunno è caldo e piovoso, ci sono ceppi nella foresta, letteralmente cosparsi di questi funghi. Oltre al legno morto, gli agaremi del miele si trovano spesso sotto i cespugli di more. Sono raccolti dalla fine di agosto e prima dell’inizio del gelo. Per crescere attivamente, i funghi hanno bisogno di una temperatura di 7 gradi.

Composizione chimica e contenuto calorico

Opyat contiene diverse dozzine di sostanze utili e sono particolarmente ricchi dei seguenti componenti:

• acido ascorbico;

• vitamina P;

• niacina;

• Potassio;

• fosforo;

• magnesio;

• Riboflavina;

• ferro da stiro;

• tiamina;

• sodio;

• Calcio

In 100 g di questo prodotto contiene fino al 10% del fabbisogno giornaliero dell’organismo per questi nutrienti.

Allo stesso tempo, il valore calorico dei grassi è di soli 22 kcal, e i valori nutrizionali sono i seguenti:

• acqua – 90%;

• Proteine ​​- 2-2,5%;

• grassi – 1,2-1,4%;

• cenere di legno – 1%;

• acidi organici – 0,8-0,9%;

Carboidrati – 0,5%.

Il vantaggio di Spryat è che ti permettono di saturare il corpo con sostanze utili e proteine ​​vegetali, ma non contribuiscono al reclutamento di chili in più a causa del basso contenuto calorico.

Opyat: qual è il loro uso per l’organismo?

Oltre a reintegrare il corpo con sostanze utili e microelementi, è possibile notare anche i processi positivi che si verificano a seguito del consumo di grassi:

• aumentare la resistenza del corpo alle malattie infettive, fungine e batteriche;

• miglioramento della visione;

• rafforzamento di denti e gengive;

• prevenzione delle malattie neoplastiche;

• normalizzazione del livello di zucchero nel sangue;

• effetto benefico sulle cellule del fegato;

• Aumento della resistenza del tessuto osseo;

• Ripristinare l’equilibrio dell’emoglobina nel corpo;

• normalizzazione dei processi ormonali;

• miglioramento della condizione della pelle.

I funghi del miele hanno trovato applicazione non solo nella medicina popolare, ma anche nella medicina tradizionale. Nella seconda metà del 20 ° secolo, la preparazione delle medicine cominciò a usare attivamente la flammulina, che è contenuta in questi funghi. Sulla base di questo, vengono prodotti farmaci, volti a neutralizzare virus e batteri, oltre a distruggere le cellule tumorali.

Limitazioni e elenco di controindicazioni

I funghi del miele possono danneggiare il corpo umano se vengono utilizzati in quantità incontrollate o nei seguenti casi:

• età da bambini fino a 10 anni;

• Malattie del tratto gastrointestinale, specialmente nella fase di esacerbazione;

• compromissione della funzione renale ed epatica;

• manifestazioni gottose;

• intolleranza individuale a “carne di foresta”.

L’opinione degli specialisti sull’uso dei grassi durante la gravidanza diverge. Alcuni impongono un divieto categoriale a questo prodotto, mentre altri sostengono che i funghi possono essere consumati non più di una volta in 5 giorni, in piccole quantità.

Molti sono interessati alla questione di come determinare la presenza di allergie ai funghi e di distinguere queste manifestazioni dai sintomi dell’avvelenamento. Questo non è particolarmente difficile, i segni di intolleranza sono:

• un retrogusto sgradevole in bocca;

• mal di testa;

• spasmi e gonfiore;

• flatulenza e diarrea.

L’intossicazione è accompagnata da sintomi di avvelenamento classico, vale a dire vomito, diarrea, febbre e, in alcuni casi, allucinazioni. Se l’allergia ai funghi richiede la cessazione della loro accettazione nel cibo e nella terapia sintomatica, l’avvelenamento necessita di cure mediche urgenti.

Opportunità: danno potenziale

Opeyat può danneggiare anche una persona in buona salute se sono stati preparati o raccolti impropriamente vicino a strade, discariche o in aree con una situazione ecologica sfavorevole. E quando si acquistano funghi freschi, si dovrebbe essere consapevoli che sono in grado di assorbire sostanze nocive come una spugna e, se la presa è vicino a un’autostrada, è possibile che gli agarici del miele siano saturi di gas di scarico e perdano tutte le loro proprietà utili.

Quale pericolo per il corpo nasconde in sé funghi “sbagliati” o abuso di “carne di foresta”? Le conseguenze negative sono le seguenti:

– Indigestione dello stomaco. I funghi sono cibi pesanti e se usati in grandi quantità possono causare nausea e disturbi digestivi.

– Malattie del tratto gastrointestinale. Quando il miele di miele agarico viene utilizzato in forma marinata, può portare a gastrite e persino a lesioni ulcerative dello stomaco e dell’intestino, poiché l’aceto viene utilizzato per l’inscatolamento.

– Avvelenamento. I funghi hanno la capacità di mutare sotto l’influenza di fattori avversi, passando da commestibili a pericolosi. Tuttavia, è impossibile determinarlo in apparenza.

– Botulismo. A causa di una conservazione impropria, mangiare questi funghi comporta il rischio di contrarre questa malattia rara ed estremamente pericolosa.

Inoltre, è facile confondere i funghi commestibili con i funghi “falsi”, che hanno un numero di caratteristiche esterne simili, ma sono anche velenosi.

Come scegliere ed elaborare gli agarici del miele

Raccogliendo gli agarichi del miele, è meglio andare in profondità nella foresta e scegliere radure vicino alle insenature e ai burroni. Distinguere lo spud commestibile dal “falso” è possibile per i seguenti motivi:

– Il colore del fungo Il fungo commestibile ha una tonalità crema o beige-giallastra, quella velenosa si differenzia in un colore più brillante, di colore arancio-marrone.

– La dimensione della gamba. Nei funghi sicuri è piccolo e denso, e gli amaretti di miele falsi “stanno” su una base sottile e lunga.

– Cappello. Il rovescio della parte superiore della scollatura commestibile è bianco-giallastro o cremoso, e il velenoso ha una sfumatura verdastra.

– Avere una gonna La gamba di un fungo sicuro è necessariamente avvolta in un anello sottile, mentre in immangiabile è assente.

Per coloro che acquistano funghi nel negozio, è importante prestare attenzione all’assenza di muffe e muco, altrimenti indica che gli agarichi del miele sono stati raccolti molto tempo fa e hanno già iniziato a deteriorarsi.

Inoltre, è importante sapere come gestire correttamente i funghi. Opyat ha bisogno di molto, almeno 30 minuti, per cucinare e poi lavarsi accuratamente sotto l’acqua corrente fredda. Dopo la preparazione preliminare, possono essere fritti, in scatola o usati per preparare vari piatti.

I funghi al miele sono un alimento gustoso, utile ma non sicuro che richiede un uso ragionevole. Il rispetto di queste regole ti consentirà di ricevere da questo piatto solo il piacere, senza paura per la tua salute.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 1 = 2