Dieta № 14 - una descrizione dettagliata e consigli utili. Recensioni sulla dieta numero 14 ed esempi di ricette.

Di tutte le malattie renali, l’urolitiasi, in cui le pietre si formano in uno o entrambi i reni, è una delle più comuni. Un modo abbastanza efficace di trattarlo è stato a lungo considerato una corretta alimentazione. Anche con il trattamento farmacologico, senza un certo apporto dietetico, è quasi impossibile sbarazzarsi di urolitiasi. E cambiando la solita dieta e rinunciando ad alcuni prodotti, è possibile ottenere che il corpo inizi ad espellere intensivamente il sale.

Le caratteristiche della nutrizione terapeutica – una maggiore assunzione o, al contrario, l’esclusione di determinati prodotti dalla dieta – dipendono dall’acidità dell’urina (pH) e dalla composizione chimica delle pietre. Se l’urina ha una reazione alcalina, è necessario designare una tale dieta per promuovere l’acidificazione delle urine. In questo caso, la dieta terapeutica № 14, sviluppata dallo scienziato-dietologo M.I. Pevzner.

Dieta № 14 – descrizione e principi generali

La dieta n. 14 è prescritta per i pazienti con urolitiasi causata dalla reazione delle urine alcaline e dalla precipitazione in esso di un precipitato sotto forma di sali fosfato-calcio (fosfaturia). In questa dieta, gli alimenti che sono alcalini e ricchi di calcio sono limitati al fine di ridurre la possibilità di formazione di sali di calcio, e il consumo di quelli che promuovono l’acidificazione delle urine è aumentato al fine di regolare la sua acidità (pH). In quantità maggiori vengono mostrati prodotti come uova, carne, pesce, pasta, cereali, legumi, lattine in scatola, burro e oli vegetali, zucchero, miele, dolci di tutti i tipi. favoriscono l’acidificazione delle urine.

Il latte e i suoi derivati ​​sono esclusi o severamente limitati, quasi tutte le verdure e i frutti. È possibile utilizzare bacche e frutti di varietà aspre, così come gelatina, gelatina, bevande alla frutta, composte da loro. Per non eccitare il sistema nervoso, sono esclusi caffè e tè forte, bevande alcoliche e prodotti che hanno un forte effetto cocaina – sottaceti, brodi forti e ricchi. Non è permesso mangiare cibi affettati e molto salati, prodotti affumicati.

Sul contenuto calorico e sul contenuto di grassi, proteine, carboidrati, la dieta della dieta n. 14 corrisponde a norme fisiologiche. Il valore energetico è di circa 2700-3000 calorie al giorno. Elaborazione culinaria di piatti – senza restrizioni, la temperatura di nutrire il cibo – al solito. Il volume della quantità giornaliera di cibo è diviso in 4-5 ricevimenti, tra i quali è consentito bere non alcalino. Particolarmente utili sono i fianchi di frutti di rosa selvatica, mirtillo e mirtillo. Il volume giornaliero di liquido consumato deve essere di almeno due litri.

Dieta № 14 – quali prodotti possono essere consumati

1. pane e farina prodotti: segale, crusca, frumento, farina di più alto, 1 °, 2 ° grado, da forno freschi o di ieri, nesdobnye pasticceria.
2. Carne e pollame: oca, pollo, anatra, coniglio, tacchino, maiale, agnello, manzo, in qualsiasi forma di trattamento termico – arrostito, al forno, al vapore o bollita, un pezzo o di prodotti a base di carne tritata, carne in scatola.
3. Pesci: pesci di specie grasse e magre, cotti in un sol pezzo o in forma di prodotti a base di carne tritata, olio di pesce, pesce in scatola a velocità limitata.
4. Uova: in qualsiasi forma – omelette, fritte, a pasta molle, sode, tuorli sono limitati.
5. Prodotti lattiero-caseari: crema acida limitata (in piatti).
6. Grassi: olio vegetale e crema.
7. cereali, legumi e pasta: piselli, fagioli, ogni cereale e pasta senza limitazioni, cucinati da brodo piuttosto debole o acqua.
8. Verdure: zucca, piselli verdi, asparagi, cavoletti di Bruxelles, funghi (limitati).
9. Zuppe: su brodi leggeri – carne, pesce, funghi, da noodles, cereali e legumi.
10. Frutta, dolci, piatti dolci: bacche di varietà aspre – mirtilli rossi, ribes rosso, mirtilli rossi, gelatine, composte, mousse e gelatine, zucchero, miele, altri dolci in qualsiasi forma.
11. Spezie, salse: non affilato su brodi di carne, pesce e funghi. Spezie – con restrizioni.
12. Bevande: tè leggero senza latte, brodo e succo di rosa canina, cacao in acqua, pane kvas.
13. Spuntini: caviale, aringhe inzuppate, snack e insalate di pesce, pesce, carne.

Dieta № 14 – quali prodotti non possono essere consumati

1. Pane e prodotti di farina: prodotti e pasticcini fatti di pasta, mescolati con latte e molti tuorli.
2. Carne e pollame: affumicato – prodotti a base di carne e carne.
3. Pesce: pesce in scatola piccante, pesce affumicato e salato.
4. Uova: altro.
5. Prodotti lattiero-caseari: ricotta, latte e altri prodotti caseari, formaggi.
6. Grassi: grassi e animali da cucina
7. Cereali, legumi e pasta: bolliti nel latte.
8. Verdure: verdure in scatola, sottaceti, insalate di verdure, patate, altre verdure.
9. Zuppe: su cuochi e brodi forti, latticini, verdure.
10. Frutta, dolci, piatti dolci: altri frutti, bacche, gelato, prodotti dolci sul latte.
11. Spezie, salse: senape, rafano, pepe, altri condimenti piccanti e salse.
12. Bevande: succhi di frutta e bacche, caffè, acqua minerale alcalina, bevande alcoliche.
13. Spuntini: snack in scatola, gelatina (carne fredda), carne affumicata.

Dieta № 14 – esempi del menu

Lunedi

Colazione (prima): cereali grano saraceno friabili, due uova alla coque, pane, burro, tè morbido.

Prima colazione (seconda): infusione di rosa canina.

Pranzo: zuppa con carne e pasta, pesce fritto, salsa bianca, riso bollito, mirtillo mors.

Cena: frittelle (sull’acqua) con marmellata, una fetta di bollito, biscotti, tè al limone.

Per la notte: infusione di radica.

martedì

Prima colazione (prima): porridge di zucca con riso, uova strapazzate, tè verde.

Prima colazione (seconda): mele aspre.

Pranzo: zuppa di noodles con pollo, cotolette fritte, porridge d’orzo, salsa piccante, cacao in acqua.

Cena: pilaf con carne, bagel, kvas di pane.

Per la notte: infusione di radica.

mercoledì

Colazione (prima): pasta in stile flotta, pane con burro, cacao in acqua.

Colazione (il secondo): un biscotto malsano, gelatina di mirtilli rossi.

Pranzo: purea di zuppa di zucca, arrosto di manzo, porridge di grano, composta di ribes rosso.

Cena: carne di pollo con funghi, al forno in salsa, bignè con marmellata, tè morbido al limone.

Per la notte: infusione di radica.

giovedi

Prima colazione (prima): pancake (sull’acqua) con miele, uova strapazzate, cacao in acqua.

Prima colazione (seconda): gelatina di mirtilli rossi

Pranzo: zuppa di cereali con carne di pollo, cotolette fritte o al vapore, riso bollito, sugo, composta di corniola.

Cena: purea di piselli, pesce fritto, biscotti, tè morbido.

Per la notte: infusione di radica.

venerdì

Colazione (prima): insalata di uova sode e piselli, una fetta di carne bollita, cacao in acqua.

Colazione (seconda): mele acide.

Pranzo: zuppa di pesce (dal pesce fresco o pesce in scatola), braciole di maiale fritte, pasta bollita, sugo o salsa, decotto di mirtilli rossi.

Cena: insalata di pesce o frutti di mare, biscotti secchi con marmellata, tè con limone.

Per la notte: infusione di radica.

sabato

Colazione (prima): porridge di zucca dolce con riso (sull’acqua), un panino al prosciutto, uovo sodo, tè morbido al limone.

Colazione (seconda): succo di mirtillo

Pranzo: zuppa di funghi con panna acida, carne di tacchino bollita (o di manzo) con salsa di cowberry, porridge di grano, kvas di pane.

Cena: casseruola di pasta con carne, aringa impregnata, torta, tè al limone.

Per la notte: infusione di radica.

domenica

Colazione (prima): porridge di semolino (in acqua) con miele o marmellata, un panino con caviale e burro, tè con limone.

Colazione (seconda): dolci (marmellata, caramello, caramello)

Pranzo: zuppa di funghi su brodo di funghi, brasato di manzo con sugo, friabile porridge di grano saraceno, frittelle di zucca con miele, brodo di frutta secca acida.

Cena: cosce di pollo fritto, piselli, pasta bollita, salsa, torta di meringa, il tè non è forte.

Per la notte: infusione di radica.

Dieta №14 – consigli utili e feedback

Avendo deciso di aderire alla dieta terapeutica, non dimenticare che in ogni caso, anche nel rispetto di una dieta, è necessario un approccio ragionevole. Non prendere tutto alla lettera o andare agli estremi. Ad esempio, se i pazienti con urolitiasi soffrono anche di aterosclerosi o obesità, non essere troppo dipendenti da dolci, burro o carni grasse. È meglio limitare la loro quantità o sostituirla con altri alimenti più magri o meno calorici.

La durata della dieta terapeutica viene stabilita da un medico che, in base ai risultati dei test, controlla l’acidità dell’urina del paziente. L’efficacia della dieta sarà notevole ripristinando l’equilibrio acido-base delle urine, sciogliendo e lavando i reni già esistenti e lenta crescita di nuove pietre, tk. sono lasciati senza “materiale da costruzione”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

31 − = 27